Sporotricosi

Da Wikiplants.
(Differenze fra le revisioni)
 
Riga 1: Riga 1:
Sporotricosi in campo medico, si intende una delle micosi  che interessano il tessuto sottocutaneo, in casi rari può essere trasmessa dallo sfagno...è sempre consigliabile l'uso di guanti, ad esempio quelli da chirurgo.
+
Sporotricosi (Sporotrichum schenckii) in campo medico, si intende una delle micosi  che interessano il tessuto sottocutaneo, in casi rari può essere trasmessa dallo sfagno...è sempre consigliabile l'uso di guanti, ad esempio quelli da chirurgo.
 
E' comunque sempre da ricordare che la sporotricosi molto difficilmente si diffonde in soggetti immunocompetenti, quindi va sempre evitato il "panico collettivo", visto che le possibilità di contrarre la malattia maneggiando sfagno (ma anche rose, insalata ed altri vegetali, sulle quali alberga lo Sporothrix schenckii, responsabile della Sporotricosi) sono veramente minime.
 
E' comunque sempre da ricordare che la sporotricosi molto difficilmente si diffonde in soggetti immunocompetenti, quindi va sempre evitato il "panico collettivo", visto che le possibilità di contrarre la malattia maneggiando sfagno (ma anche rose, insalata ed altri vegetali, sulle quali alberga lo Sporothrix schenckii, responsabile della Sporotricosi) sono veramente minime.
  

Versione attuale delle 07:29, 6 ott 2011

Sporotricosi (Sporotrichum schenckii) in campo medico, si intende una delle micosi che interessano il tessuto sottocutaneo, in casi rari può essere trasmessa dallo sfagno...è sempre consigliabile l'uso di guanti, ad esempio quelli da chirurgo. E' comunque sempre da ricordare che la sporotricosi molto difficilmente si diffonde in soggetti immunocompetenti, quindi va sempre evitato il "panico collettivo", visto che le possibilità di contrarre la malattia maneggiando sfagno (ma anche rose, insalata ed altri vegetali, sulle quali alberga lo Sporothrix schenckii, responsabile della Sporotricosi) sono veramente minime.

Tipico interessamento della mano e del braccio con edema imponente

Indice

Tipologia

Esistono due principali tipologie:

  • Sporotricosi cutanea-linfatica
  • Sporotricosi disseminata

Manifestazioni

Per la forma cutanea-linfatica si mostra una lesione nodulare in seguito a poche settimane dall'evento. Si diffonde per il corpo e con il tempo può anche regredire.

Particolare è la forma disseminata che coinvolge soltanto persone immunocompromesse, una volta diffusa nel corpo colpisce prevalentemente i polmoni, il sistema nervoso centrale e lo scheletro

Epidemiologia

La malattia si è diffusa soprattutto nell'America Latina e nell'Africa australe. Raramente è stata registrata la sua presenza anche in Italia e India. L'infezione si trasmette principalmente per via transcutanea, raramente per inalazione di spore.

Eziologia

La patologia è dovuta ad un fungo opportunista (ovvero che infetta solo quando calano le difese immunitarie, come per esempio anche la Candida albicans), lo Sporothrix schenckii.

Esami

La diagnosi viene effettuata tramite esame microscopico e coltura con isolamento dell'organismo patogeno.

Terapie

Varia a seconda della forma:

  • Disseminata, amfotericina B (0,5 mg/kg al giorno, dose massima 2 g) seguita da altri farmaci
  • Cutanea-linfatica, itraconazolo (100-200 mg al giorno)

Prognosi

La prognosi è buona per le forme disseminate.

Bibliografia

  • Mauro Moroni; esposito Roberto, De Lalla Fausto, Malattie infettive, 7° edizione, Milano, Elsevier Masson, 2008. ISBN 978-88-214-2980-4
  • autore: Sonia Ibelli (sonia-80-pi)
  • Supervisione medica: Er Biconzo

fonte: Wikipedia-Img: dermatologialegale.it

Strumenti personali