Utricularia

Da Wikiplants.

Le Utricularie (delle quali ne esistono specie terresti, epifite ed acquatiche) sono le uniche piante carnivore dotate di trappole ad aspirazione.

Queste piante sono dotate di trappole (sotterranee nel caso di Utricularie terrestri, natanti nel caso di U. acquatiche), a forma di sacco, delle dimensioni variabili da 1 a 5 mm, dette utricoli. Questi generano una depressione interna attraverso il pompaggio all'esterno di ioni provocando una fuoriuscita d'acqua e, conseguentemente,la creazione del "sottovuoto" all'interno di queste trappole. Nelle specie acquatiche, l'ingresso della trappola è munito di due lunghi peli "grilletto" (con effetto simile a quelli delle Dionee). Gli sventurati costituenti la microfauna di una torbiera (o di uno stagno nel caso di U. acquatiche) che si trovassero a passare casualmente nei pressi di questi utriculi, non avrebbero scampo: la generazione di un potenziale d'azione produce una repentina apertura dell'ingresso dell'utricolo sottovuoto, con conseguente risucchio all'interno di acqua,torba e preda all'interno della vescicola, dove poi avverrà la digestione.

  • Curiosità: non è raro osservare in Utricularie acquatiche (particolarmente ghiotte di larve di zanzare, spesso più grandi delle trappole stesse) prede ancora vive intrappolate all'interno degli utricoli (che sono trasparenti).
Utricularia livida
Utricularia calycifida(specie terrestre)
Dettaglio utricoli di U. calycifida, specie terrestre
Dettaglio utricoli di U. longifolia,specie epifita
Foto al microscopio (ingrandimento 100x) di utricolo di U. sandersonii


Voci correlate

Strumenti personali