Talea di Nepenthes

Da Wikiplants.


Indice

Come fare una talea di Nepenthes

Per prima cosa, prendiamo la Nepenthes da cui intendiamo fare una talea, la controlliamo bene, affinchè non ci siano parassiti o attacchi funginei in corso, la pianta deve essere sana e forte.

Neppa da taleizzare.jpg

Materiali

Composto per talea.jpg

Scelta del fusto da recidere e taglio

In questo caso la nostra Nepenthes presenta due punti di crescita, quindi scegliamo il fusto adatto da recidere.

Fusto neppa da recidere.jpg

Con un paio di forbici preferibilmente ben affilate, tagliamo il fusto della Nepenthes, il taglio deve esser fatto in diagonale, tra ascella ed "eventuale punto di crescita", da dove si svilupperà un nuovo apice vegetativo.

Taglio neppa.jpg Fusto reciso.jpg

Ecco come si presenta il fusto reciso.

Fusto reciso 2.jpg

Vaso e substrato

Scegliamo adesso il vaso adatto alla talea, non importa un vaso profondo e nemmeno troppo largo, solitamente si preferiscono vasi piccoli, circa 8X8H10.

Vaso per talea.jpg

Dopo la scelta del vaso, dovrà essere composto il substrato adatto, che può essere di diverse tipologie:

  • torba e perlite al 50%
  • sfagno reidratato al 100%
  • sfagno reidratato o vegetante 80% e perlite 20%
  • sfagno reidratato con sfagno vegetante in superficie
  • torba e perlite al 50% con sfagno reidratato o vegetante in superficie
  • fibra di cocco amalgamata con chips di cocco e/o perlite e/o bark e sfagno in superficie
  • torba e perlite con fusto avvolto in sfagno reidratato o vegetante, come in questo caso...
  • ogni coltivatore sceglie il substrato a proprio piacimento, formulando anche substrati alternativi o mescole in proporzioni variabili date anche dalla specie di Nepenthes in questione.

Preparazione ed alloggiamento talea

Prendiamo la Nepenthes recisa ed avvolgiamo con cura la base del fusto, con sfagno vegetante o reidratato (alcuni coltivatori usano ormoni radicanti, applicati alla base del fusto reciso).

Alloggiamento con sfagno talea.jpg

Riempiamo adesso il vaso scelto col substrato composto e pratichiamo un alloggio delle dimensioni adatte alla dimensione della talea.

Vaso con alloggio per talea.jpg

Inseriamo delicatamente la Nepenthes nel suo alloggio precedentemente preparato e con una leggera pressione facciamo aderire il substrato al fusto.

Radicazione talea.jpg

Adesso non rimane altro che posizionare il vaso in una zona molto luminosa, non sole diretto, fornire acqua (distillata o osmotica) in maniera da mantenere il substrato umido (non fradicio) ed aspettare, nel periodo invernale porre il vaso in terrario, per la riuscita della talea le temperature devono oscillare fra i 20°C e 30°C, le Nepenthes highland gradiscono anche minime più basse, intorno ai 15°C.

Radicazione talea 2.jpg

dopo 2 o 3 settimane (il tempo varia in base alle condizioni climatiche e specie di Nepenthes) la nostra talea ricomincerà a vegetare, formando nuove foglie, a quel punto l'apparato radicale sarà in fase di sviluppo.

Voci correlate


Autore: Sonia "Sonia80pi" Ibelli

Img: Luca "Mr Pc" Imbruglia

Strumenti personali