Talea da stelo floreale-Drosera

Da Wikiplants.

Anche se meno utilizzato, un metodo per riprodurre le Drosere può essere la talea da stelo floreale. Il procedimento è simile a quello che attuiamo con la Dionaea, con qualche piccola differenza ed una percentuale di attecchimento leggermente inferiore. Vediamo passo per passo come poter procedere al meglio...


Punto 1) Per prima cosa lasciamo crescere lo stelo floreale di qualche centimetro. Non esiste una lunghezza precisa però, come al solito, se prendiamo i 5-6cm canonici non si sbaglia.

Stelo floreale pronto per esser reciso

Punto 2) Una volta che ha raggiunto la lunghezza che ci interessa procediamo col reciderlo vicino alla base.

Recisione stelo, meglio se vicino alla base

Punto 3) Adesso ci rimane da scegliere il substrato adatto. Le scelte principalmente sono due: o il classico mix torba/perlite oppure sfagno vegetante. Entrambi i substrati vanno bene, anche se personalmente prediligo il secondo che garantisce maggiore idratazione alla talea.


Punto 4) Adesso non ci rimane che adagiare la talea sul substrato che le abbiamo preparato, mantenerlo ben idratato ed aspettare. A differenza della talea floreale di Dionaea, quella di Drosera è preferibile posizionarla orizzontalmente, sia se si utilizza torba sia sfagno. In entrambi i casi premetela delicatamente sul substrato in modo che aderisca bene alla superficie(aiuta a mantenere una maggiore idratazione).

Talea messa a dimora in sfagno vegetante
Talea messa a dimora in torba/perlite

Se abbiamo compiuto tutto correttamente dopo 1 mese circa dovremmo iniziare a vedere i primi risultati, in caso contrario la talea avvizzirà in poco tempo. E' consigliabile non tenerle troppo esposte al sole diretto perchè si disidratano molto facilmente, finendo per avvizzire.

Plantula appena spuntata. Questa foto è stata fatta a puro scopo didattico, si consiglia di non estrarre una talea dal proprio substrato per non comprometterne la riuscita
Risultati dopo poco più di un mese dalla messa a dimora


Adesso non ci resta che aspettare la radicazione, per poi eventualmente spostarle nella loro postazione definitiva.


autore: Lorenzo "HJ Kuz" Cappellini

fonbte img: Lorenzo "HJ Kuz" Cappellini

Strumenti personali