Stratificazione a freddo

Da Wikiplants.


Esistono fondamentalmente 3 metodi di stratificazione a freddo:

  • la stratificazione a freddo naturale
  • la stratificazione a freddo artificiale
  • il freezer cut.


Indice

Stratificazione a freddo naturale

La stratificazione naturale è quella che si attua semplicemente seminando verso novembre/dicembre i semi e lasciando che trascorrano l'inverno al gelo (i vasi vanno riparati da pioggia ed intemperie varie,pena la dispersione chissà dove dei preziosi semi). Il trascorrere 2-4 mesi al freddo ed umido, con continui ribassi e rialzi di temperatura, tende a sfibrare la cuticola del seme, fino ad ammorbidirla. Il seme quindi germinerà a primavera. Dobbiamo preparare un vaso verso novembre/dicembre sul quale poggiare e pressare leggermente (senza seppellirli) i semi, e porre il vaso in condizioni di coltivazione con acqua nel sottovaso. E' d'obbligo prestare attenzione alla botrite che potrebbe attaccare ed uccidere velocemente i semi in questo periodo estremamante delicato. A primavera si avranno tante belle piantine :)

A mio avviso è il metodo d'elezione per la semina delle sarracenie, si ottengono percentuali di germinazione altissimi.

Stratificazione a freddo artificiale

La stratificazione artificiale è quella che si attua quando non si ha un inverno abbastanza rigido (per esempio chi coltiva sarracenie all'estremo sud italia, potrebbe trovare giovamento usando questa tecnica), e consiste nell'avvolgere i semi in garza umida (da riporre poi in una provetta areata) e lasciarli in frigo per 2-4 mesi (che si possono far corrispondere al periodo invernale), quindi seminare nel vaso.



Freezer cut

Il freezer cut è invece un metodo veloce e molto aggressivo:

Consiste nello sfruttare l'espansione volumetrica dell'acqua una volta congelata.

FASE 1


Image: Amaduzzi Gian Battista (giamba77)
FASE 1 :

E' necessario disporre di un generico contenitore o, per maggiore praticità di una fiala come quella mostrata in figura.


Image: Amaduzzi Gian Battista (giamba77)
FASE 2 :

Si identificano i semi di sarracenia, scrivendo sul contenitore il nome e/o un codice d'identificazione.


Image: Amaduzzi Gian Battista (giamba77)
FASE 3 :

Si prende una garzina sterile possibilmente (evitando) quella in cotone in cui i semi si incastrano, e vi si dispongono i semi sopra in maniera che non siano ammucchiati.


Image: Amaduzzi Gian Battista (giamba77)
FASE 4 :

Si avvolgono i semi in garza umida, la si infila nel contenitore e si depone il tutto in frigo per 2-4 giorni, in modo da farli imbibire (gonfiare d'acqua) per bene.


Image: Amaduzzi Gian Battista (giamba77)
FASE 5 :

Si sposta il contenitore contenente i semi in freezer per 2 giorni, in modo che l'acqua, ghiacciando, fratturi il tegumento del seme.In questo modo la radice potrà uscire facilmente. Dopo si fanno scongelare i semi per 1 giorno a temperatura ambiente. Ora sono pronti per essere seminati.


Questo metodo a mio avviso è molto aggressivo e va usato soltanto quando non si è potuto usare uno dei metodi precedenti.

Voci correlate

Autore: Gianluigi "Er Biconzo" Piegari

fonte ing: Giambattista "Giamba77" Amaduzzi.

Strumenti personali