Sarracenie da garden center

Da Wikiplants.

Indice

Sarracenia flava “TiBBBurtina”

Clone di Sarracenia flava var. flava molto vigoroso; probabilmente introgresso (vista la tendenza a produrre ascidi praticamente tutto l'anno, si sospetta introgressione con Sarracenia alata). Nominata "TiBBBurtina" da Er Biconzo in seguito al ritrovamento del primo esemplare commercializzato in Italia in un Garden Center di via Tiburtina a Roma.

S. flava TiBBBurtina.jpg S. tibbburtina.jpg

Sarracenia purpurea subsp. venosa

Sottospecie di Sarracenia purpurea. La si riconosce per la tipica peluria sulla superficie esterna degli ascidi e anche per l'opercolo diverso rispetto alla sottospecie purpurea. Presenti diversi cloni nei vari garden center.

S. purpurea.jpg S. purpurea 2.jpg

Sarracenia x “Readii”/ x “Farnhamii”

Ibrido ottenuto da Sarracenia leucophylla x Sarracenia rubra (in questo caso non è specificata alcuna sottospecie), si distingue dalla x Stevensii per la colorazione più scura e limitata ad opercolo, gola, peristoma es i primi 2-5 cm di ascidio al di sotto del peristoma.

Readii.jpg Readii2.jpg

Sarracenia x “Stevensii”

Sarracenia leucophylla x rubra ssp. gulfensis. Non si tratta di un cultivar registrato.

Si distingue dalla x Readii/x Farnhamii per una diversa forma dell'opercolo e per una maggior diffusione del colore (in questo caso tendente al rosa anziché rosso scuro come nella x readii) anche a buona parte dell'ascidio.

Stevensii.jpg

Sarracenia x “Stevensii” x hybrid

Ibrido complesso non troppo dissimile dalla Sarracenia x “Stevensii”.

S. x stevensii x hybrid.jpg S. x stevensii x hybrid 2.jpg
S. x stevensii x hybrid 3.jpg S. x stevensii x hybrid 4.jpg

Sarracenia x leucophylla hybrid type A

Ibrido complesso di leucophylla. Si presume la costituzione possa essere Sarracenia leucophylla x mitchelliana.

HybridA.JPG Hibrid a.JPG LeucohybridA.JPG HybridA2.JPG

Sarracenia x leucophylla hybrid type B

Ibrido complesso di leucophylla di costituzione sconosciuta.

S. leuco hybrid B.jpg

Sarracenia x 'Juthatip Soper'

Sarracenia x [(leucophylla x purpurea) x leucophylla]. Cultivar registrato prodotto da Matthew Soper.

456px-Juthathip2.jpg

Sarracenia x wrigleyana

Sarracenia psittacina x leucophylla. Spesso si ritrova nei garden center contrassegnata col cartellino del cultivar 'Scarlet Belle' (che è appunto un cultivar di S. x wrigleyana).

E' altamente improbabile che si tratti però di questo cultivar, visto che questi esemplari differiscono in una qualche misura dal cultivar originale

S. x wrygleiana.jpg

Sarracenia x “catesbaei”

Sarracenia flava x purpurea. Se esposto per molte ore al Sole diretto, l'ascidio assume una colorazione rossa intensa, sormontato da un opercolo giallo brillante e fittamente venato di rosso (questo fa supporre che per questo ibrido da garden center sia stata scelta come flava una varietà rubricorpora)

S. x catesbaei.jpg


Sarracenia X "rehderi"

Sarracenia minor x rubra. Ibrido piuttosto vigoroso. La colorazione esterna degli ascidi varia dal verde fino al rosso scuro se esposta per molte ore al sole diretto.

S. x rehderi.jpg

Sarracenia x “chelsonii”/ Sarracenia x purpurea hybrid A

Si tratta di un ibrido fra Sarracenia rubra e Sarracenia purpurea.

S. chelsonii.jpg

Sarracenia x purpurea hybrid B

Ibrido complesso di costituzione sconosciuta. Presenti all'interno dell'ibrido caratteri che fanno presupporre la presenza di Sarracenia purpurea e Sarracenia alata.

Sarracenia purpurea hybride B.jpg Sarracenia purpurea hybride B part. ascidio.jpg S. x purpurea hybrid B.jpg

Sarracenia x purpurea hybrid C

Ibrido complesso di purpurea di costituzione sconosciuta.

S. purp hybrid C.jpg

Sarracenia x “swaniana”/Sarracenia x purpurea hybrid barbapapa

Sarracenia purpurea x minor. Si differenzia dalla S. x chelsonii per una differente forma dell'opercolo e per la presenza di areolature sul dorso dell'ascidio (ereditate dalla Sarracenia minor)

Swaniana.jpg

Sarracenia x hybrid

Ibrido complesso di costituzione sconosciuta. E' ipotizzabile la presenza di Sarracenia rubra al suo interno. Molto vigoroso, durante la stagione vegetativa produce ascidi in grande numero anche se di dimensioni limitate (altezza circa 40-50cm max). Particolarità di quest'ibrido sono le varie tonalità di colore che viene ad assumere l'ascidio durante la sua fase di sviluppo: partendo dal giallo/verde via via inizia ad evidenziare venature rosse fino a raggiungere una colorazione finale rossa/violacea. Ciò rende la pianta sempre molto variegata.

S. x hybrid.jpg S. x hybrid 2.jpg
S. x hybrid2.jpg S. x hybrid3.jpg
Strumenti personali