Riserva idrica per sottovaso

Da Wikiplants.

Indice

Premessa

Nelle calde giornate, l’acqua dei nostri sottovasi tende a finire rapidamente costringendoci a rabboccarli continuamente. La soluzione più immediata sembrerebbe quella di sostituire i sottovasi con dei contenitori più alti e capienti (ad esempio delle lettiere per gatti od altri tipi di bacinelle), in modo da poter inserire litri di acqua e portare il livello idrico fino al bordo del vaso.
Purtroppo però questo non sempre è possibile, a volte per fattori estetici (una bacinella è spesso più brutta di un sottovaso) oppure semplicemente perchè la pianta non può esser coltivata in stato di perenne allagamento (ad esempio il Cephalotus).

Un'ottima soluzione è quindi quella di fornirgli una riserva d’acqua, che tenga il livello costante.

Adesso vedremo come realizzarla, sfruttando un sistema che non dissimile daquello usato per i beverini per volatili.


Materiale necessario

  • Una o più bottiglie di plastica, tutte rigorosamente dotate di tappo (per grandi sottovasi si può usare addirittura una tanica di acqua distillata da 5 litri)
  • Un cacciavite
  • Un metro
  • Un pennarello
  • Un accendino
Riserva1.JPG



Realizzazione

Step 1

Metro alla mano, segnamo col pennarello a che livello effettueremo il foro

  • ATTENZIONE, a tale altezza corrisponderà il livello idrico mantenuto all'interno del sottovaso, se quindi forate ad 1 cm di altezza, la riserva idrica entrerà in funzione soltanto quando il livello nel sottovaso calerà ad 1cm: tenetene conto al momento di effettuare l'operazione.

CPItalia consiglia, come buon compomesso, fori ad altezza di 2,5 cm.


Segno2.JPG


Step 2

Scaldiamo la punta di un cacciavite (o punteruolo, forbice ecc…) e applichiamo una leggera pressione sulla bottiglia. Il foro non deve essere troppo piccolo, ma nemmeno troppo grande perche poi dovremo riuscire a coprirlo con il pollice.

Foro123.JPG


Step 3

Con il pollice copriamo il foro e riempiamo la bottiglia, poi chiudiamo il tappo e poniamo la bottiglia in un angolo del nostro sottovaso (che ovviamente deve esser pieno di acqua almeno fino ad altezza leggermente superiore al foro della bottiglia, pena il rapido svuotamento della stessa).

Riempimento123.JPG


Risultato

In questo modo il livello idrico del nostro sottovaso verrà mantenuto costante fino al completo svuotamento della bottiglia.

E' essenziale per la riuscita, che i tappi della bottiglia siano ben serrati, pena un rapido svuotamento

Final123.JPG


  • Autore: Giovanni "gio_mene" Meneghelli
  • Supervisione: Er Biconzo
  • Fonte IMG: Giovanni "gio_mene" Meneghelli
Strumenti personali