Rinvaso di una Nepenthes

Da Wikiplants.


Rinvaso di una Nepenthes

Per prima cosa prendiamo la Nepenthes da rinvasare e ci assicuriamo che il substrato sia umido o anche bagnato, questo ci aiuterà a non rompere le deboli radici.

Rinvaso nep 1.JPG

Una volta appurato questo fattore dobbiamo memorizzare il punto da dove il fusto è interrato, per poterla rinvasare allo stesso livello di prima.

Rinvaso nep 2.JPG

Adesso con la massima attenzione svasiamo la pianta, questa operazione deve essere svolta con la maggior delicatezza, in quanto le radici di nepenthes sono estremamente fragili e si spezzano facilmente, controlliamo la punta delle radici, se sono chiare sono vive, se scure invece sono morte, capovolgiamo il vaso mantenendo il pane di substrato con una mano e sfiliamo il vaso, pian piano togliamo il substrato dalle radici che volendo possono essere lavate sotto acqua corrente, che non deve essere ne calda ne fredda, per non procurare loro uno chock termico.

Rinvaso nep 3.JPG Rinvaso nep 4.JPG

Una volta pulite le radici prepariamo il substrato che preferiamo (in questo caso torba-perlite.fibra di cocco e chips di cocco), lo reidratiamo bene e riempiamo il vaso fino a metà della sua altezza, a seconda della conformazione delle radici che nel nostro sono a fittone, è necessario creare un "alloggio" per disporle al meglio, come vedremo in foto con un cuneo di legno pratichiamo un foro, dove inseriremo la radice.

Rinvaso nep 5.JPG Rinvaso nep 6.JPG

Adesso procederemo a ricoprire le radici con il substrato preparato in precedenza fino a riempire il vaso, è molto importante pressare il substrato dolcemente, in modo che annaffiandolo non cali.

Rinvaso nep 7.JPG Rinvaso nep 8.JPG

Adesso la nostra Nepenthes, dopo una bella nebulizzata e se necessaria una annaffiata, è pronta per essere alloggiata nel luogo di coltivazione a lei ideale.

Rinvaso nep 9.JPG


Autore: Sonia Ibelli (Sonia80pi)

fonte img: Sonia80pi

Strumenti personali