Raccolta e stoccaggio semi di Sarracenia

Da Wikiplants.
Ovario non ancora maturo, ma ben gonfio e quindi ricco di semi
Con l'arrivo dell'autunno, se in primavera avremo impollinato correttamente le nostre Sarracenia, vedremo maturare sempre più l'ovario.

I semi all'interno dell'ovario sono già maturi da Agosto in poi: nel periodo fino a Settembre-Novembre tutto quello che succede è un processo di essiccamento che li prepara allo stato di quiescienza nel quale vanno i semi, pronti poi a germinare dopo la stratificazione. Se quindi trovaste un fiore spezzato in piena estate, non buttatelo ma semplicemente portarlo in casa e fatelo essiccare all'aria. Potrete poi raccogliere i semi una volta essiccato l'ovario.

Ecco un ovario maturo, già fissurato e con i semi all'interno che si intravedono
Ci accorgeremo che l'ovario e' maturo da alcune caratteristiche: l'ovario sarà secco e presenterà delle profonde incisure (che potranno arrivare anche a fissurarsi) che lo divideranno in 5 parti...ognuna di queste parti conterrà decine e decine di semi!
Puliziaovario.JPG
A questo punto dobbiamo recidere lo stelo floreale e cominciare a liberare il fiore di tutto ciò che non ci serve (via quindi lo stelo, via i sepali ed anche lo stilo ad ombrello, tutti ormai secchi) fino ad arrivare a vedere l'ovario.


Prima apertura.JPG
Ora, con delicatezza, procediamo all'apertura.
Dentro ovario.JPG
Semi sarracenia.JPG
Ecco il lavoro di estrazione semi finito.

E' bene sempre effettuare questa operazione su un qualcosa di chiaro e che possa esser piegato (un tovagliolo di carta, o meglio ancora, un foglio A4 da stampante) in modo da poter individuare con chiarezza ogni seme e poter poi trasformare il nostro foglio in un imbuto per mettere i semi nelle bustine di carta.


Raccolta semi Sarra.JPG
Una volta raccolti i semi, questi andranno inseriti in una bustina di carta (MAI usare plastica, i semi devono "respirare"), e andranno lasciati seccare per qualche settimana in un posto fresco ed asciutto (il cassetto del comodino andrà benissimo).

A questo punto potremo decidere di conservarli solo fino al momento della semina (il periodo di semina migliore con la stratificazione naturale è tra Novembre e Dicembre) o per un paio d'anni, ed allora potremo continuare a tenerli nel famoso cassetto del comodino.

Se invece decidessimo di conservarli per lungo tempo (i semi di Sarracenia hanno una lunga vitalità, e germineranno anche dopo 10 anni dalla raccolta)la scelta ideale sarà riporli in frigo (meglio se uno di quelli moderni ventilati, che ridurranno l'umidità quasi a zero).


Voci correlate




Strumenti personali