Lumen

Da Wikiplants.

Indice

Il lumen (Simbolo: lm)

E' una quantità di energia per unità di tempo [J/s], ovvero un flusso.

Ma di che energia si tratta esattamente?

è proprio l'energia della luce. La propagazione della luce è possibile modellizzarla come un moto di fotoni aventi energia pari a (h*c)/λ, dove h è la costante di Planck, c è la velocità della luce e λ è la lunghezza d'onda associata al fotone di una certa onda elettromagnetica di frequenza 1/λ.

Ma una energia per unità di tempo non è già definita dal Watt?

Apparentemente c'è contraddizione tra le due unità di misura.

Perchè è nato il lumen.

Analizziamo per prima cosa lo spettro dell'occhio umano, ovvero quel grafico che ci permette di capire quanto l'occhio è sensibile ad una determinata lunghezza d'onda rispetto ad un'altra.

Sull'asse orizzontale(ascisse) possiamo vedere la lunghezza d'onda e sull'asse verticale(ordinate) il valore normalizzato di “quanto” l'occhio è sensibile all'onda elettromagnetica(1=massima sensibilità. 0 sensibilità nulla). Possiamo constatare che l'occhio è molto sensibile al verde(550nm) ma allontanandosi da questo picco si arriva a 400nm e 700nm in cui l'occhio non puo' piu distinguere la luce.

È proprio da questo spettro che nasce il concetto di lumen. Per i progettisti di dispositivi luminosi sapere solo il wattaggio di un certo dispositivo non era a sufficienza. Questo perchè ogni onda elettromagnetica ha una certa energia e quindi anche una certa potenza espressa in Watt, ma cio' non da informazioni sul fattore di quanto l'occhio puo' vedere questa onda elettromagnetica. Un esempio molto semplice puo' essere quello di un'emissione di un'onda ad infrarossi(da 700nm a 1 mm). Essa ha una energia, ma per quanto possa essere alta, l'occhio non potrà mai vederla. Il lumen quindi dà un'informazione ben precisa: è il flusso di energia di un fascio luminoso che riesce ad essere “visto” dall'occhio umano. Tornando all'esempio dell'infrarosso, supponiamo che l'onda abbia x Watt, avrà un valore di lumen nullo perchè cade fuori dallo spettro visibile dall'occhio umano. In gerco si dice che il lumen è lo spettro di potenza filtrato dallo spettro di sensibilità dell'occhio umano integrato tra 400nm e 700nm.

Il lux (Simbolo: lx )

Una volta affrontato il concetto di lumen è immediato capire cos'è il lux. Il lux è il lumen per unità di superficie [lm/m^2].

Esempi numerici che interessano a noi coltivatori:

  • 400 lux-------------> alba e tramonto senza nubi
  • 10000-25000 lux ----> luce del sole non diretto
  • 32000-130000 lux ---> luce del sole diretto

Esempi di lampade:

  • fluorescente compatta (23W) = 1500–1600 lm
  • incandescente (60W) = 800 lm
  • neon (55W) = 4800 lm

Lampade HPS (vapori di sodio):

  • 150 Watt = 14.000 lm
  • 250 Watt = 25.000 lm
  • 400 Watt = 50.000 lm
  • 600 Watt = 85.000 lm
  • 1000 Watt = 145.000 lm

Lampade MH (ioduri metallici):

  • 150 Watt = 15.000 lm
  • 255 Watt = 23.000 lm
  • 400 Watt = 36.000 lm
  • 600 Watt = 43.000 lm

NB:i dati dei lumen di ogni lampada possono variare a seconda del tipo di lampada e marca. Lo scopo è dare un'ordine di grandezza.

Voci correlate:

  1. Lampade fluorescenti
  2. Lampade al sodio e ioduri metallici
  3. Led

Autore: Alessandro "ale1989"

Img: www.orologi.forumfree.it

Impaginazione e Supervisione: Sonia80pi

Strumenti personali