Cloni e Cultivar di Dionaea

Da Wikiplants.


In questa scheda compaiono frequentemente i termini cultivar e clone. Per capire bene la differenza bisogna dare una definizione ben precisa per questi due termini.

Cultivar = vedere scheda Cultivar

Clone = vedere scheda Clone


Indice

Nota Bene

La maggior parte dei cloni identificati da una lettara e da uno o più numeri (Es. Z02, F04, B01 ecc) nella maggior parte dei casi identificano cloni prodotti da Best Carnivorous Plants.

A questa "serie" sfuggono ovviamente la B52, la G16, G14 ed altri esemplari qui non citati (Es G7) che sono esemplari prodotti da altri coltivatori.

“Adrian Slack's Giant” / G16

E' uno dei cloni più grandi, produce trappole di oltre 5 cm. Trappole con interno rosso, picciolo verde.

G16sm.jpg G16morghy.jpg

'Akai Ryu'/ Red Dragon

Cultivar completamente rosso intenso, in inverno diventa tanto scuro (tendente al nero) da sembrare quasi morto.
Registrato da Ron Gagliardo nel 1998.

Akairyu.jpg



'Alien'

Cultivar registrato da G.Bily nell'agosto del 2010. La sua caratteristica è di produrre trappole prostrate e dalla forma molto arcuata di lunghezza intorno ai 3,5cm (anche 4cm ma molto raramente, e in condizioni perfette), ma la peculiarità principale sono le "alette" che produce ai lati di ogni dente. Queste alette vengono prodotte dalla pianta solamente quando ha raggiunto lo stadio adulto.

D alien.jpg

A II - Wiky

Clone venduto per la prima volta da Gert H. a Mira durante il meeting italiano di piante carnivore nel 2010, con il nome "Clone AII", e nominato successivamente da Gert in persona con il nome di "Wiky". Comprato inizialmente da 3 coltivatori italiani (prized, fonta.78 e steam), si è presto diffuso anche in Francia. E' un clone ancora tutto da scoprire, in quanto presenta diverse caratteristiche a seconda delle condizioni di coltura. Presenta denti singoli di pochi mm (in stile Coquillage), ma anche fusi (sempre di pochi mm). La colorazione varia dal verde "all green" al rosso porpora. Queste caratteristiche non ci permettono di catalogare con certezza i 3 cloni acquistati a Mira sotto lo stesso nome, anche se ormai si sono diffusi tutti col nome "Wiky"

"All green”

E' un clone completamente verde, privo di antocianine.

D all green.jpeg

Angelwings

Clone tedesco abbastanza recente (introdotto intorno al 2009-2010). Ha una crescita prostrata, e le trappole raggiungono una colorazione quasi completamente rossa. Fa parte delle Dionaea "malformate" e ha la particolarità di produrre trappole con un'insolita "spanciatura", incurvando entrambe i lati della trappola all'indietro, spesso formando una sorta di piega al centro, sui bordi delle trappole. Non cattura prede.

Bear Trap

Una Dionaea della famiglia delle "dentate". Se guardata lateralmente da l'impressione di avere i denti quadrati, in quanto le punte sono leggermente ripiegate verso l'interno della trappola. Non assume colorazioni di spicco, ma è indubbiamente un bel clone.

Belzebub

Clone scoperto intorno al 2009, da un coltivatore italiano (Sbrisio), in un garden center. Presente una dentatura molto irregolare e una colorazione tendente all'arancione. La dentature delle trappole dipende dalla foglia che si usa per far la talea o da dove parte la divisione. Infatti si possono avere piante completamente prive di denti, con denti misti (corti e lunghi) o con la maggior parte dei denti lunghi. Anche se con denti lunghi, il clone è riconoscibile dalla forma della trappola che è molto tozza, e inoltre lo spazio tra ogni dente è molto ampio.

'B52'

Questo è un cultivar gigante, ha le trappole che presentano un colore rosso all'interno e arrivano sfiorare i 6 cm di lunghezza (5,7cm per la precisione, secondo Barry Rice, che ha registrato il cultivar.). Fino ad ora è conosciuta come la pianta con le trappole più grandi in assoluto.
Registrato nel 2006 da Barry Rice.

5c7d8a9d.jpg

'Big Mouth'

E' un cultivar che produce trappole di circa 4 cm, di colore rosso all'interno e con denti di grandi dimensioni, ma di gran lunga inferiori a quelli delle piante considerate giganti. Piccioli non molto lunghi. Registrato da Tony Camilleri nel 1998

Bigmouthsm.jpg

Biohazard

Clone introdotto da C. Klein e (.....) verso la fine del 2010/inizi 2011, insieme ad altri cloni molto interessanti (Rabbits Teeth, Monkey Ass, Qualzucht e altri cloni di poco conto, in quanto troppo simili ad altri cloni già esistenti). E' una pianta fantastica, ancora tutta da scoprire, in quanto è possibile che produca piccioli doppi o singoli, così come potrebbe anche produrre un picciolo finissimo, quasi filiforme. Le trappole sono un ammasso di denti, e sembrerebbe quasi che ci siano 3 o 4 trappole fuse insieme. Anch'essa non garantisce la riproduzione per via agamica, in quanto si potrebbero ottenere piante simili ad una "typical" così come piante con trappole ancora più malformate della pianta madre, così come piante con trappole a cupola. Assume una colorazione rossastra. Non cattura prede.

'Bohemian Garnet'/Red Sawtooth

Il nome di questo cultivar di dionea è stato dato dal ceco Miroslav Srba. Ha la colorazione tipica delle dionee rosse (come akai ryu), ma con la particolarità di avere denti a forma di sega (dall'inglese saw). E' in pratica la versione “all red” della sawtooth. Le piante adulte difficilmente superano i 6 cm in diametro, ma la limitata dimensione è compensata dalla grande prolificazione, in grado di generare decine di nuovi punti di crescita e quindi piante indipendenti in una singola stagione vegetativa.
Registrato da Miroslav Srba nel 2007.

Red saw.jpeg Redsawtooth.jpg

“Bristle Tooth”/Bristle teeth

E' un clone molto simile alla Sawtooth. Ha l'interno delle trappole di color rosso e i denti corti e tozzi.

Bristlet.jpg

“Charly Mandon's Spotted”

Questo clone è stato trovato in una giardineria intorno alla fine del 2009 da un coltivatore francese (Karl), ed è stata "presentata al pubblico" soltanto nel 2010. Presenta macchie in stile Spotty, sia all'interno che all'esterno delle trappole, ma non sul picciolo. Queste macchie sono evidenti in primavera e in inverno, mentre in estate si "sbiadiscono" e prendono una colorazione rosea, su uno sfondo giallo tenue della trappola. Al contrario della Spotty, questa Dionaea è riproducibile sia tramite talea fogliare che tramite talea di rizoma.

“Clayton Volcanic Red”

E' un altro clone rosso, selezionato da Colin Clayton (Triffid Park), da cui il nome. Assomiglia ad una Royal red, un po' più vigorosa.

Volcanicred.jpg

“Coquillage”

Clone trovato nelle serre di Carniflora dal coltivatore francese G. Bily nel 2008, e registrato all'ICPS nel 2010. A seconda delle condizioni di coltura potrete osservare come la colorazione può variare da un verde tenue, con una pianta praticamente all green, ad un rosso molto acceso. (come la Wiky); ha una crescita prostrata, e con piccioli che tendono ad essere piuttosto stretti e "carnosi" (così come le trappole). Presenta denti molto spaziati tra loro, e con una lunghezza che non supera il millimetro. Contrariamente a quanto si possa pensare, per via della mancanza dei denti, è un clone molto vigoroso.


“Crested petiole”

Clone la cui caratteristica principale è una vera e propria cresta sul picciolo, che può presentarsi più o meno evidente a seconda delle stagioni. In piena estate le trappole si colorano di un rosso molto accesso, e si inarcano dando un aspetto "spanciato" alla trappola: questa caratteristica aumenta la velocità dello scatto quando vengono stimolati i trigger. Il "collo" è piuttosto allungato e può raggiungere lunghezze anche di 1cm. (per questo si pensa che sia la madre della Kayan)

Med dm.crested-petioles12.jpg

“Crocodile”

Clone scoperto dalla coltivatrice italiana Melly intorno al 2007, su un banchetto AIPC durante un meeting di piante carnivore. (piante che lei stessa aveva comprato e portato al meeting) Probabilmente le piante erano state comprate alla Giardineria di Busto Arsizio, in provincia di Varese. (quindi per i coltivatori della zona, non mancate di farvi un giretto appena potete). La caratteristica di questa pianta è di avere la parte superiore del picciolo saldata alla parte inferiore della trappola. Nonostante questa particolarità, la trappola riesce a guadagnare colorazioni molto vivaci. Purtroppo questa pianta però ha alcune pecche: alcuni coltivatori per esempio non riescono a coltivarla a dovere, mentre ad altri cresce come la gramigna... Questo non si sa se sia dovuto alla modalità con cui è stata fatta la talea o altro. Sicuramente, una cosa da tenere in considerazione, è che bisogna fare MOLTA attenzione a quando e come si fanno le talee: se staccate foglie in piena stagione vegetativa, potreste ritrovarvi con una pianta dimezzata nel giro di poche settimane (è una pianta abbastanza "capricciosa"). Cattura prede, ma avendo il picciolo saldato alla trappola, quando la trappola si chiude, rimane una fessura da cui gli insetti riescono a fuggire.

Mrcrocodile.jpg

“Cross Teeth”

Clone che si distingue per i suoi denti che tendono ad incrociarsi tra loro e a volte anche a fondersi leggermente tra loro.

Crossteethsm.jpg

“Cudo”

La dionea cudo (si pronuncia “Ciudo” che in lingua ceca significa Strano). Le foglie di questo clone sono in miniatura così come le trappole, che presentano denti molto curvi e atrofizzati, hanno poca apertura e scarso movimento.

Cudo1sm.jpg

'Cupped Trap'/Cup Trap

Questo cultivar è conosciuto per le sue trappole piccole a forma di coppa, che tende ad unire i due lobi nella parte distale( ovvero la più lontana dal picciolo).
Registrato da Steven Stewart nel 2003.

Cup trap.jpeg

“Dentata”

Dentata è il vecchio nome della “Sawtooth”, tuttavia esistono in coltivazione dei cloni di dentata che non hanno a nulla a che vedere con l'originale Sawtooth. I denti della trappola sono piccoli e dentati.

Dentata.jpg

“Dingley Giant”

Clone che produce trappole di circa 4 cm e presenta trappole con una colorazione rosso vermiglio.

Dingleytrapsm.jpg

“Dirk Ventham Giant”/G14

Clone che produce trappole di grandi dimensioni, circa 5 cm, di colore rosso, mentre il picciolo assume una colorazione verde/gialla.

G14c.jpg

“Dracula”

E' un clone prodotto da Trevor Cox incrociando “G14” x 'Dentate' (che NON è la Dentata). I denti sono piccoli, le trappole completamente rosse all'interno e all'esterno presentano una linea rossa vicino i denti, caratteristica molto simile alla “Red Line”.

Draculam.jpg

“Dutch”

E' un clone olandese di dionea e non ha nessuna caratteristica in particolare da segnalare.

Dutchtrapsm.jpg

"F05"

Clone completamente rosso prodotto da BCP, spesso definito "red piranha teeth" perchè caratterizzato dall'avere denti molti piccoli. Da non confondere con il cultivar 'Red Piranha'

F05.jpg

“Fang”

Questo clone presenta trappole di un rossiccio sbiadito all'interno e la curvatura della trappola è molto accentuata, che dà un profilo a forma di C.

Fangcolor2sm.jpg

“Fico d'India”/ Ibrido A

Questo clone prodotto da Stefan Lenßen,ormai diffuso in Italia col nome "Fico d'India" oppure Ibrido A, ha caratteristiche molto simili alla "Dracula", in quanto presenta, in alcuni periodi dell'anno, trappole molto arcuate, che arrivano a misurare circa 5 cm,la cui colorazione interna è di un rosso molto acceso.

Fico d india.jpeg Ficoindia.jpg

“Fine Tooth x Red”

Questo clone mostra le trappole di un colore rosso acceso, che contrasta molto con il verde del picciolo.

Ftxr3sm.jpg

'Fused Tooth'

Questo cultivar di Dionea, derivato da una mutazione genetica durante coltura in vitro, presenta una mutazione che manifesta pochi denti e fusi tra loro.
Registrato da Peter D'Amato e Thomas Carow nel 2004.

Fusedteethsmcopy.jpg

“Giant peach”

E' un clone gigante di dionea ed ha la caratteristica di avere la colorazione di un colore giallo/arancione (color pesca).

Giantpeach0.jpg

“Green Sawtooth”

Questo clone è la versione “All green” (completamente verde) della Sawtooth

Green saw.jpeg

"H3 Giant"

Clone prodotto da BCP, caratterizzato da crescita molto vigorosa e trappole di buone dimensioni

H3giant.jpg

'Holland Red'

E' un cultivar di dionea che produce trappole completamente rosse e i denti rosacei, trappole sui 3 cm.

Registrato da Marcus Erbacher & M. Stoeckl nel 2005, questo cultivar è originato da un clone Olandese degli anni 70.

Holland red.jpg

'Kinchyaku'

Clone molto simile alla Dionaea muscipula 'Cup Trap'. Prodotto nel 1999 da Katsuhiko Kondo, in seguito a degli esperimenti di coltura in vitro. Si differenzia grazie al portamento delle trappole, le quali in estate vengono prodotte con piccioli verticali come la Cup Trap, ma che raggiungono lunghezze superiori. Non cattura prede.

“Long Erect Petiole”

E' un clone con colori piuttosto vivaci, le cui foglie ,durante la stagione vegetativa, rimangono erette. Le trappole si colorano di un rosso/rosato acceso e la pagina inferiore del picciolo è percorsa, su tutta la sua lunghezza, da una venatura centrale rossa.

Long erect.jpg

“Low Giant”

Clone che tende a rimanere basso (prostrata), con i piccioli corti e larghi e la trappola molto grande.

Lowgiant2sm.jpg

'Louchapates'

Bellissimo cultivar, registrato nel dicembre del 2004 da R. Anfraix. Le particolarità di quest cultivar sono molteplici e la più evidente è la fusione non completa che subisce la trappola nella parte finale. Da adulta produce trappole con denti fusi larghi 2mm circa e lunghi pochi millimetri. Un vero "must" per un amante del genere!

“Marston Giant”

Clone che presenta trappole a formato gigante, sui 4 cm e oltre, che hanno colorazione rossastra.

Marstongiant.jpg Marstongiant2.jpg

'Microdents'

Cultivar dalla crescita prostrata e a rosetta. Presenta numerosissimi (fino ad 80 per trappola) denti microscopici, i quali però non possono essere definiti "denti" a tutti gli effetti, in quanto spesso produce trappole con una semplice seghettatura o con appunto denti molto corti. In piena estate assume una colorazione arancione tendente al rosso. Un clone preso di mira dagli amanti del genere, infatti è da molti anni che si cerca di ottenerne una gemella tutta rossa. Registrato nel 2008 da Gayl Quenon, deriva da un clone trovato da Guillaume Bily in un garden center francese intorno al 2003.

Microdent1.jpg

"Morghana's Vigorous Clone"/MVC

Clone caratterizzato da una crescita vigorosissima. Spesso da una singola pianta si ottengono oltre 30 divisioni annue

MVC.jpg

'Petite Dragon'

Una delle prima Dionaea "pigmee" ad essere state scoperte. Venduta originariamente come 'Akai ryu', si è presto dimostrata essere un'altra pianta. E' per questo motivo che R. Ziemer, nel febbraio 2006, decise di darle un nome e registrare il cultivar. Produce trappole che non superano i 2cm di lunghezza, e, taglia a parte, è uguale identica alla Red Dragon: crescita sia prostrata ( in primavera) che eretta (in estate). La colorazione tuttavia è più simile alla Royal Red, in quanto le "bande" che sulla 'Akai ryu' sono verdi (appena la trappola si apre e si colora un po'), sulla 'Petite Dragon' sono rosa scuro, che però non diventano completamente rosse.

"Pink Giant"

Clone caratterizzato dall'avere l'interno delle trappole, ma spesso anche la venatura centrale del piccolo, di una colorazione tendente al roseo. Trappole di buone dimensioni.

PinkGiant.jpg


“Pom pom”

Forma instabile di dionea. Caratteristica sostanziale di questo clone è la presenza di peli all'esterno della trappola. La trappola è distorta, irregolare e non funzionale e dopo pochi mesi, questa mutazione scompare fino a ritornare una normale dionea.

Pompom2.jpg

“Prostrata”

Clone prostrato, cioè che tende a rimanere radente al terreno.

“Purple Giant”

Clone che produce trappole di circa 4 cm e la colorazione interna tende al porpora, compresi i denti.

Purple Giants.jpeg

“Red Cup Trap”

Questo clone è la versione “all red”, ovvero è la versione tutta rossa, della dionea “Cup Trap”

Redcup.jpg

"Red Fused Petiole"/F04 BCP

Versione "all red" (tutta rossa) della "Crocodile"

Redfusedpetiole.jpg F04bcp.jpg

“Red line”

La caratteristica sostanziale di questo clone è la presenza di una linea rossa all'esterno della trappola, che percorre i lobi su tutta la lunghezza.

Redlinesm.jpg Redlinemorghy.jpg

'Red Piranha'

E' un cultivar rosso con denti molto particolari, che ricordano la bocca di un piranha. Crescita vigorosa.

Registrato nel 1999 da Edward Read.

D red piranha.jpeg Redpiran.jpg

'Royal Red'

Cultivar rosso, meno scuro della 'Akai Ryu', all'inizio della ripresa vegetativa assume una colorazione verdastra all'attaccatura dei denti e lungo il picciolo, mentre con l'avanzare della stagione le foglie si scuriscono sempre di più fino ad assumere una colorazione rossa scura.
E' stato il primo Cultivar di Dionaea ad esser registrato (1993).

Royal redMorghana.jpg

'Red Rosetted'

Cultivar (in realtà mai registrato ufficialmente per mancanza di dati forniti dal registrante) proposto da Peter D'Amato nel 1998.

Caratterizzato da una crescita prostrata al suolo (da cui il nome "Rosetted", specificare che forma una rosetta) e da trappole rosse. Dalla descrizione del suo creatore appare molto simile alla Dionaea 'Clumping Cultivar', altro cultivar proposto ma non registrato da Peter D'Amato, e non è quindi da escludere una eventuale parentela tra i due esemplari.

RedRosetted.jpg


'Sawtooth'

Cultivar che presenta denti che ricordano la lama di una sega. Il centro della trappola è molto rosso, l'esterno è completamente verde.


Questa pianta ha una storia molto lunga: ottenuto da Thomas Carow nel 1989 da una mutazione in vitro, il nome 'sawtooth' è stato proposto quasi 10 anni dopo da Peter D'Amato (1998) e registrato poi nel 2000 da Barry Rice come Cultivar

Sawt1sm.jpg

“Shark Teeth”

Clone che presenta denti come quelli di uno squalo, corti e triangolari.

Shark.jpg

“South West Giant”

Clone che fa trappole al di sopra dei 5 cm. Il picciolo è corto e stretto, mentre la trappola è grande e l'interno è rosso.

Southwgiantsm.jpg

“Spider”

Clone che presenta piccioli strettissimi e diretti verso l'alto, vista da lontano dà l'impressione di osservare un ragno.

Spider1sm.jpg

“Tiger Fangs”

Clone che produce trappole molto arcuate come la “Fang” e con denti che dovrebbero ricordare quelli di una tigre.

Tigerfang.jpg



"Trichterfalle"/"Funnel Trap"

Clone che presenta una cresta lungo tutto il picciolo e che tende a formare trappole a forma di imbuto (dall'inglese Funnel ) i cui lobi sono fusi all'estremità vicino all'attaccatura del picciolo.

Funneltraps.jpeg

“UK Sawtooth I”

Variante inglese di Sawtooth ed è un clone identico in tutto e per tutto alla 'Sawtooth'.

Sawt1sm.jpg

“UK Sawtooth II”

Variante inglese di Sawtooth, clone ha un taglio di denti più deciso, con rientranza doppia.

Uk sawtoth2.JPG

'Wacky Traps'/Bart Simpson

Nome ufficiale di questo cultivar è Wacky Trap. Il nome Bart Simpson è stato dato per la sua particolarità, ovvero dall'assenza dei denti e dalla trappola a forma di Zig Zag come i capelli del famoso personaggio de “I Simpson”, Bart. Lo stigma dei fiori di questo cultivar non è recettivo per il polline, rendendo quindi la pianta sterile. Il polline invece, prodotto da antere funzionanti, può esser usato per impollinare altri cloni o cultivar di Dionea

Cultivar registrato nel 2006 da Barry Rice, deriva da un clone originato in vitro dalla Cresco (nota azienda agricola Olandese) a seguito di una mutazione genotipica.

Wackybartsm.jpg

"Whale"

Clone di recente immissione nel mercato internazionale.
Caretteristiche principali sono la deformità dei denti (che appaiono seghettati e spesso tronchi) e le ondulazioni dei margini dei lobi delle trappole

Whale.jpg

"XL"

Questo clone ha la particolarità di fare trappole di buone dimensioni (fino a 4cm) su piccioli molto lunghi, spesso rivolti verso l'alto.
La somiglianza con la "Spider" è molto marcata in alcuni periodi dell'anno

DXL.jpg


“Yellow Fused Tooth”

Questo clone è una dionea simile alla 'Fused Tooth' in quanto presenta i denti delle trappole fusi, la sua particolarità è la colorazione giallastra delle foglie.

Yellow fused teethmorghana.jpg

"Yellow"

Clone che ha la caratteristica di essere completamente giallastro.

Yellosm.jpg


"Z11"

Clone gigante prodotto da BCP (con trappole che arrivano a sfiorare i 5cm). Trappole rosso scuro sia all'interno che all'esterno, piccioli verdi

Z11.jpg


autore: Antonella "Morghana" Gorga

Descrizioni: Antonella "Morghana" Gorga / Yuri "Prized" Sarzi

fonte img: http://www.vftshop.com - Morghana & Er Biconzo - google immagini

Strumenti personali