Affumicatura dei semi

Da Wikiplants.

Indice

Introduzione

Questo tutorial spiega come emulare ciò che accade in natura, fornendo ai semi un’affumicazione artificiale, che li attiverà consentendo loro di poter germinare.

Materiali

  • Una bustina di the
  • Un sacchetto da congelatore
  • Una bottiglia vuota
  • Una lattina grande
  • Un pezzo di spago
  • Delle sterpaglie secche e verdi
  • Un luogo aperto e ventilato

STEP I

Per prima cosa si apre la bustina di the e dopo averla svuotata si riempie con i semi, quindi la si richiude con qualche punto di cucitrice.

Affumicatura1.jpg Affumicatura2.jpg

STEP II

Si taglia la bottiglia a entrambe le estremità e si fissa a una di queste il sacchetto con un pezzo di scotch o spago.

Affumicatura3.jpg

STEP III

Si procede ora a tagliare il fondo della lattina e a praticare o allargare il foro in alto fino a farlo diventare poco più grande di una moneta da 2 euro. Ora possiamo attaccare con dello spago la bottiglia ala lattina per ottenere una cosa del genere.

Affumicatura4.jpg

STEP IV

Si racimola un poco di sterpaglie secche e qualche foglia ancora verde per fare più fumo. Ricordo a questo proposito che il fumo delle piante a linfa bianca (euphorbiacee) e dell’oleandro sono dannosi per i semi. Scelto il luogo idoneo si appicca il fuoco e poco dopo, ancora a fiamma viva ci si appoggia sopra la lattina.

Affumicatura5.jpg

Pian piano il fumo caldo s’innalzerà nella bottiglia e poi nel sacchetto.

Affumicatura6.jpg

Durante questa fase è bene soffiare continuamente sulle braci produrre una maggiore quantità di fumo. Quando il sacchetto si sarà adeguatamente riempito di fumo, lo si stacca e lo si chiude dirigendosi in un luogo meno ventilato, lo si apre quel tanto che basta per farci scivolare dentro la bustina con i semi e si lascia chiuso per 15-30 minuti al sole (15 sono più che sufficienti per le drosere).

Affumicatura7.jpg

Nel frattempo si fa una soluzione con le ceneri e acqua distillata e la si lascia riposare.

Affumicatura8.jpg

Questa soluzione va filtrata e diluita in rapporto 1:10 e in seguito si bagnerà con questa l’ultima porzione del substrato su cui andranno riposti i semi per emulare le condizioni del suolo dopo l’incendio. Il vasetto va ora riposto a sud con il massimo di ore di sole diretto. E’ consigliato seminare durante i periodi caldi.


Autore: Capensos

Impaginazione:Sonia80pi

Fonte img:Capensos

Strumenti personali