Benvenuto su Carnivorous Plants Italia. Se vuoi avere accesso completo, registrati cliccando qui.

Informazioni per primo terrario

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda stefanet » 05/01/2015, 15:04

mi sono fatto un giro in garden (vip garden - dove ho comprato lo sfagno) e i-grow di Roma per chiedere info in merito e in merito agli insetti trovati sullo sfagno:

1) Insetti
1a) a Vip garden mi hanno detto che gli insetti non sono ne zecche (troppo piccole), ne afidi, ma solo insetti che vivono sulla pianta e che non danno problemi (sarà vero?). Tra l'altro ha preso un po di sfagno che aveva e guardendo al suo interno ne abbiamo trovate tracce. Ni hanno detto di non preoccuparmi.
2) Muffa
2a) Mi hanno detto di far asciugare il substrato (come visto che è allagato o quasi :p) o di togliere la parte superiore e sostituirlo con nuova torba. Il primo consiglio è stato utilizzare il rame, ma questo che effetto avrà poi sulle piante? Quanto in profondità va la muffa? loro mi hanno detto che è superficiale
2b) i-grow mi ha dato lo stesso consiglio, ma di andare più in profondità che la muffa ci va.

Ovviamente di migliorare la ventilazione e la luce.

Quindi a questo punto stavo pensando di togliere la parte di 2 cm di sola torba e metterne di nuova. E se lo sfagno (anche secco) ha effetto antimuffa stavo pensando di mettere uno strato superficiale di pochi mm su tutto il substrato. Magari un primo strato di sfagno secco, poi alcune punte di sfagno vivo piantato nella torba, oppure adagiato sopra l'altro sfagno.

Come procedo?

P.S.: ho letto dell'esistenza del fungo trichoderma harzianum che evita il formarsi di muffe dannose, è una soluzione percorribile?

Grazie
Stefano
stefanet
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 04/12/2014, 17:10
Coltivatore: 16 ott 2014
Nome: Stefano

Condividi su:

Condividi su Facebook Facebook Condividi su Google+ Google+

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda Prompt » 07/01/2015, 20:44

Per quanto riguarda il rame non lo utilizzare perché è letale per le piante carnivore, le muffe in genere attaccano anche lo sfagno secco se hanno l'habitat ideale.
Anche se elimini il substrato superiore non elimini la contaminazione delle spore che ora mai sono ovunque, l'unica lotta è quella di rendere l'habitat ostile alla germinazione delle spore, aria e luce sono gli elementi che contrastano il formarsi delle muffe ed altri tipi di fungo.

Prompt
"il mondo è pieno di meraviglie
siamo noi che non siamo più
capaci di meravigliarsi"
Avatar utente
Prompt
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1814
Iscritto il: 15/04/2010, 15:50
Località: Roma
Medals: 2
Contributo al WP (1) Webmaster (1)
Nome: Gianni

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda stefanet » 07/01/2015, 21:08

Quindi secondo te basta che metto le luci e l'aerazione come si deve ed ho risolto il problema, fermo restando la contaminazione delle spore che da quello che ho capito ormai mi tengo?

Quindi diciamo che se tolgo la muffa visibile, metto le luci e l'areazione corretta il sistema può funzionare? E come fungo antagonista della muffa cosa posso mettere? Ho letto della "trichoderma harzianum" ma non ho capito se si attiva solo in presenza delle piante carnivore, se così fosse dovrebbe essere inutile nella mia situazione...

In attesa di conferma

Grazie
Stefano
stefanet
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 04/12/2014, 17:10
Coltivatore: 16 ott 2014
Nome: Stefano

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda Prompt » 08/01/2015, 10:08

Penso che risolvi, è un po come le muffe dei muri, puoi rimuoverle, puoi trattarle con prodotti chimici, ma come le condizioni ideali per la riproduzione si presentano ecco che la muffa riesce.
Lo sfagno vivo forse è l'unico che non viene attaccato dalle muffe, ma il resto piante, torba ecc.. sono molto vulnerabili.

Il trichoderma harzianum è un buon controllore della proliferazione delle muffe e funghi in genere, quindi puoi utilizzarlo per qualsiasi tipo di pianta non solo per le carnivore.

Puoi trovare ulteriori info nella nostra enciclopedia carnivora wikiplants:
http://www.cpitalia.net/wiki/index.php? ... richoderma


Prompt
"il mondo è pieno di meraviglie
siamo noi che non siamo più
capaci di meravigliarsi"
Avatar utente
Prompt
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1814
Iscritto il: 15/04/2010, 15:50
Località: Roma
Medals: 2
Contributo al WP (1) Webmaster (1)
Nome: Gianni

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda stefanet » 08/01/2015, 17:03

Ok quindi procedo con il sistema di illuminazione ed aerazione (finalmente mi è arrivato il materiale :p)

Per la ventilazione possono andare 2 ventoline da 4cm oppure ne devo mettere 1 da 8cm? Comunque ho n.2 ventoline da 4 cm e 1 da 8 cm che potrò far funzionare a 12v (normale) o a 5/6v (con un piccolo circuito per ridurre il voltaggio). E visto che al momento non avrò a disposizione il temporizzatore quanto le devo far girare al giorno?

Io pensavo in caso di farle girare per un 30 minuti e successivamente ripristinare l'umidità con la nebulizzazione con acqua demineralizzata. Può andare?

Stefano
stefanet
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 04/12/2014, 17:10
Coltivatore: 16 ott 2014
Nome: Stefano

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda Prompt » 08/01/2015, 20:13

Andrebbero attivate da un rilevatore di umidità ma diventa difficile trovarlo, quindi devi andare a tentativi, di sicuro vanno temporizzate, inizierei con 15 minuti ogni ora con 2 ventole da 4 cm, alimentate a 12 volt poste quasi a toccare il substrato del fondo, diciamo a 2 cm di distanza.
Non nebulizzare perché non è necessario in quanto di umidità ne avrai sempre molta visto che hai un tappeto di torba e sfagno bagnati ;)

E' importante anche tenere il coperchio sollevato in modo che circoli aria, 1-2 cm sono sufficienti per areare e mantenere l'umidità.

Prompt
"il mondo è pieno di meraviglie
siamo noi che non siamo più
capaci di meravigliarsi"
Avatar utente
Prompt
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1814
Iscritto il: 15/04/2010, 15:50
Località: Roma
Medals: 2
Contributo al WP (1) Webmaster (1)
Nome: Gianni

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda stefanet » 08/01/2015, 21:39

Per il coperchio mi sono inventato un modo per tenerlo alzato (visto che il mio era solo fisso), ma in questa maniera la plafoniera che avevo fatto per riflettere la luce (preso spunto da un tuo lavoro) andrebbe a toccare il supporto che ho fattom quindi l'altezza è di circa 5 cm.

Se pensi che è troppo alto provvedo a fare delle modifiche per farlo scendere a 1-2 cm.

Immagine



Si le ventole andrebbero attivate da un rilevatore di umindità, ma questo provvederò a farlo per l'acquario grande: ovvero mi costruirò un sistema che automatizzerà il tutto (in caso lo progettiamo insieme e se ti interessa ne facciamo uno anche per te ;)) con sensore di umidità/temperatura (dht22) e relè per attivare i vari componenti (ventole, eventuale umidificatore, eventuale riscaldatore).

Dal substrato del fondo all'apertura dell'acquario ci sono circa 23-25 cm, quindi se le mettessi a 2cm dal substrato ci sarebbero 20 cm di distanza all'uscita, e comunque andrebbero sotto all'altezaza dei vasetti...
stefanet
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 04/12/2014, 17:10
Coltivatore: 16 ott 2014
Nome: Stefano

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda Prompt » 09/01/2015, 21:54

Il coperchio dovrebbe stare più basso, come ti dicevo 1-2 cm di aria, per le ventole è buona cosa che siano sotto i vasi, cosi non danno fastidio alle piante che oltretutto sono molto più in alto del fondo. Il nostro scopo è quello di evitare stagnazione d'aria nel terrario non quello di generare correnti di aria per dissipare calore.
Le ventole vanno posizionate una di fronte all'altra nei due lati corti del terrario.
Per quanto riguarda il progetto dell'automatismo puoi coinvolgermi tranquillamente, considera che attualmente ho anche altri proggettini che vorrei finire :
- amplificatore audio a mosfet in pura classe a
- modifica casse acustiche con bass reflex rettangolare esponenziale
- amplificatore a valvole single ended parallelo

:)

Prompt
"il mondo è pieno di meraviglie
siamo noi che non siamo più
capaci di meravigliarsi"
Avatar utente
Prompt
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1814
Iscritto il: 15/04/2010, 15:50
Località: Roma
Medals: 2
Contributo al WP (1) Webmaster (1)
Nome: Gianni

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda stefanet » 10/01/2015, 0:52

Wow vedo che anche tu hai un sacco da fare :p

Quindi tu mi dici che devo posizionare le ventole una di fronte l'altra sui lati corti, vediamo se ho capito bene:

Diamo dei nomi alle pareti, A e C sono le pareti corte B e D sono le pareti lunghe. Devo mettere le ventole sui lati A e C e che mandano l'aria verso l'interno, quindi verso l'altra ventola giusto? e poi come le devo mettere le ventole che puntano verso l'altro diciamo parallele verso il substrato (orizzontali), verso il lato opposto (verticali) o oblique (diciamo 45 gradi)?

Inoltre se una punta l'altra devono puntarci in modo diretto o leggermente in diagonale in modo che si crei effettivamente un ricircolo diciamo circolare?

Spero che sono riuscito a spiegarmi ;)
stefanet
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 04/12/2014, 17:10
Coltivatore: 16 ott 2014
Nome: Stefano

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda Prompt » 10/01/2015, 15:51

le ventole devono mandare l'aria verso il centro, secondo me il montaggio verticale è quello migliore, per verticale intendo questo:

|| >>>>> <<<<< ||
A///////////////////////////////////C

|| = ventole
>< = direzione aria
//// = fondo del terrario
A-C = pareti corte

Per il discorso di puntamento anche qui penso che diretto sia meglio, la cosa migliore è quella di prendere aria da fuori e immetterla dentro, ma per questo devi costruirti una sorta di due mini canne fumarie con sezione uguale a quella delle ventole, cosi immetti aria nuova ricca di ossigeno nel terrario ed elimini la vecchia umida e stagnante, per la durata di accensione delle ventole devi valutare con un igrometro, se hai necessità di regolare la velocità usa una comune resistenza.

Prompt
"il mondo è pieno di meraviglie
siamo noi che non siamo più
capaci di meravigliarsi"
Avatar utente
Prompt
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1814
Iscritto il: 15/04/2010, 15:50
Località: Roma
Medals: 2
Contributo al WP (1) Webmaster (1)
Nome: Gianni

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda stefanet » 10/01/2015, 19:08

Grazie per la spiegazione, è stata chiarissima :p
Ho appena finito di montare il tutto (luci e ventole), ovvero la plafoniera è pronta con le luci ed ho predisposto l'impianto per le ventole. Tutto gestibile da un interrutore on/off per le luci e un interruttore 0,I,II per le ventole (spento, 12v, 5v) per la regolazione delle velocità.
Per quanto riguarda le canne "fumarie" le devo valutare, soprattutto su come integrarle nel progetto già avanzato, ma credo/spero che già in questo modo risolva il problema...
stefanet
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 04/12/2014, 17:10
Coltivatore: 16 ott 2014
Nome: Stefano

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda Prompt » 11/01/2015, 18:05

Ottimo, mi raccomando metti una foto !

Ciao, mi sono fatto un giro dal mio fornitore ufficiale dell'estremo oriente ed ho trovato un misuratore digitale di umidità e temperatura con tanto di termostati a circa 40 €.
Se ti interessa contattami via MP così ti mando il link.

Prompt
"il mondo è pieno di meraviglie
siamo noi che non siamo più
capaci di meravigliarsi"
Avatar utente
Prompt
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1814
Iscritto il: 15/04/2010, 15:50
Località: Roma
Medals: 2
Contributo al WP (1) Webmaster (1)
Nome: Gianni

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda stefanet » 11/01/2015, 22:00

CIao,

ho finito di fare le modifiche al sistema, ovvero il ridimensionamento dell'apertura che ora è di 1,5 cm (variabile con delle pseudo viti :)) e preparato il sistema di aerazione semplice. Ma prima di mettere tutto in produzione devo eliminare la muffa che si è ricreata e rimettere un po di substrato. Poi massimo un paio di giorni metto i semi. Pensate che va bene o che debba aspettare di più? Specialmente per le nepenthes che sono quelle che mi preoccupano di più.

Sabato faccio un giro dal mio elettronico di fiducia e vedo se hanno qualche temporizzatore da integrare al sistema che ho ora ;)

Per quanto riguarda il misuratore digitale ora ci penso e ti faccio sapere ;)

Ciao
Stefano
stefanet
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 04/12/2014, 17:10
Coltivatore: 16 ott 2014
Nome: Stefano

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda stefanet » 24/01/2015, 18:07

Prompt ha scritto:Andrebbero attivate da un rilevatore di umidità ma diventa difficile trovarlo, quindi devi andare a tentativi, di sicuro vanno temporizzate, inizierei con 15 minuti ogni ora con 2 ventole da 4 cm, alimentate a 12 volt poste quasi a toccare il substrato del fondo, diciamo a 2 cm di distanza.
Non nebulizzare perché non è necessario in quanto di umidità ne avrai sempre molta visto che hai un tappeto di torba e sfagno bagnati ;)

E' importante anche tenere il coperchio sollevato in modo che circoli aria, 1-2 cm sono sufficienti per areare e mantenere l'umidità.

Prompt


Ho comprato ed installato il temporizzatore. Tu dici di iniziare con 15 minuti ogni ora, ma per tutte le ore del giorno o solo di notte diciamo dalle 23 alle 7 di mattina?

P.S.: ho piantato i semi. Possibile che un paio di semi di nephentes ed una drosera a distanza di 1 settimana abbiano fatto già germinato? Ho notato un paio di foglioline belle verdi spuntare dallo sfagno e un qualcosa (che non so definire e quasi invisibile) di un colore verde scuro nella drosera felix... dalla forma delle foglioline sullo sfagno, non mi sembrano foglie di nepenthes :o

Ecco le foto... scusate la qualità ;)
Drosera Felix
Immagine
Nepenthes Gymnamphora
Immagine
Immagine
stefanet
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 04/12/2014, 17:10
Coltivatore: 16 ott 2014
Nome: Stefano

Re: Informazioni per primo terrario

Messaggioda Prompt » 26/01/2015, 16:01

Per il temporizzatore regolati tu in base all'umidità del terrario che deve essere il più possibile stabile, questo presuppone che il movimento di aria è h24 e non solo di giorno, con un igrometro riesci meglio nella taratura del temporizzatore.

Per quanto riguarda la germinazione una settima mi sembra molto poco, forse qualche drosera potrebbe potrebbe germinare ma è molto raro.
Per le Nepenthes occorre più tempo circa 20-30 giorni prima che nasca qualcosa. Inoltre i semi di Nepenthes che vanno adagiati in superficie germinano dal centro del seme e sono visibili proprio per questo motivo.

Dalla foto non sembrano proprio piantine di nepenthes:

Prompt
"il mondo è pieno di meraviglie
siamo noi che non siamo più
capaci di meravigliarsi"
Avatar utente
Prompt
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1814
Iscritto il: 15/04/2010, 15:50
Località: Roma
Medals: 2
Contributo al WP (1) Webmaster (1)
Nome: Gianni

PrecedenteProssimo

Torna a Terrari e Paludari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite