Benvenuto su Carnivorous Plants Italia. Se vuoi avere accesso completo, registrati cliccando qui.

Cocciniglia

Cocciniglia

Messaggioda stefanet » 18/04/2015, 16:53

Ciao,

oggi facendo un giro per il balcone, mi sono accorto che un'orchidea è piena di cocciniglia/cocciniglia cotonosa e per il momento ho usato una macerata di tabacco che avevo preparato in settimana.

Mi date dei consigli su come debellare questi insetti e come evitare che mi vadano ad infestare anche le altre piante, tra cui le carnivore che sono distanti poco più di 20 cm.?

Posso fare un'azione preventiva sulle nostre beneamate piante?

Grazie
Stefano
stefanet
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 04/12/2014, 17:10
Coltivatore: 16 ott 2014
Nome: Stefano

Condividi su:

Condividi su Facebook Facebook Condividi su Google+ Google+

Re: Cocciniglia

Messaggioda Giachi6 » 18/04/2015, 18:35

Io ti consiglio un insetticida sistemico (a base di neonicotinoidi), sulle mie piante hanno sempre funzionato al 100% contro tre tipi diversi di parassiti (afidi, cocciniglie e tripidi) e senza reazioni negative da parte delle piante.
Si possono usare anche come preventivo, anche se io no l'ho mai fatto perché preferisco risolvere il problema se e quando si presenta piuttosto che bombardare preventivamente.
Giachi6
Utente
Utente
 
Messaggi: 37
Iscritto il: 11/03/2015, 0:20
Nome: Giacomo

Re: Cocciniglia

Messaggioda Prompt » 18/04/2015, 19:52

Stefano, utilizza il calypso AL lo trovi nei garden center tipo leroy ecc... va utilizzato di sera e cerca di non spruzzarlo sui fiori, va bene anche come prevenzione, trovi la scheda tecnica qui:
http://www.bayergarden.it/Garden%20Doct ... e_floreali

Testato su Sarracenie, Nepenthes e Drosere

Prompt
"il mondo è pieno di meraviglie
siamo noi che non siamo più
capaci di meravigliarsi"
Avatar utente
Prompt
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1847
Iscritto il: 15/04/2010, 15:50
Località: Roma
Medals: 2
Contributo al WP (1) Webmaster (1)
Nome: Gianni

Re: Cocciniglia

Messaggioda Giachi6 » 18/04/2015, 20:44

So che i prodotti bayer vanno di moda tra i coltivatori ma vi assicuro che anche le altre marche fanno prodotti più che ottimi e spesso costano anche un po' meno. Insomma, non focalizzatevi sulla marca, vale lo stesso discorso dei farmaci generici, quello che conta è il principio attivo.
Tra l'altro trovo che i prodotti venduti da diluire (sia in polvere che concentrati) siano molto più comodi ed economici (con il costo di una bombola prediluita ci si compra concentrato per 10 litri), oltre a permettere la somministrazione anche per via radicale che è molto più semplice e sicura, sia per il coltivatore (non ci si respira l'insetticida) che per le piante (nessun rischio di scottature se applicato in altri periodi oltre alla sera o su piante con foglie particolarmente sensibili come le drosere e le pinguicole).
Giachi6
Utente
Utente
 
Messaggi: 37
Iscritto il: 11/03/2015, 0:20
Nome: Giacomo

Re: Cocciniglia

Messaggioda picol » 18/04/2015, 21:21

Usando il calypso garden protector concordo con entrambi. Oltre ai generi citati da Prompt aggiungo la Dionaea, su cui ho avuto ottimi risultati contro il ragnetto. Poi ovviamente ci sono anche le altre marche con prodotti molto validi, alcuni noti (con anche gli stessi principi attivi) altri da testare.
Assume, sometimes you are the pidgeon, but sometimes you are the statue...
Avatar utente
picol
Mod Leader
Mod Leader
 
Messaggi: 2204
Iscritto il: 18/04/2010, 18:38
Località: 0536 (MO)
Coltivatore: 26 apr 2009
Nome: Fabio

Re: Cocciniglia

Messaggioda Giachi6 » 18/04/2015, 23:17

Certo, il dubbio che un prodotto possa risultare tossico o non efficace può spingere verso prodotti già testati, però va anche detto che più che il singolo principio attivo conta la classe di tale principio e di solito quelli sistemici che si trovano in commercio per uso amatoriale sono tutti a base di neonicotinoidi (come il thiaclorpid per esempio), ed essendo tutti molecole molto molto simili è lecito aspettarsi una reazione analoga dalle piante.
Per esempio quello che uso in questo momento (Actara della compo) non l'avevo mai sentito nominare da nessuno, né tra l'altro avevo mai letto di trattamenti radicali di piante carnivore, dunque ho rischiato doppio, ma i risultati sono stati eccellenti, notevolmente superiori a quelli ottenuti con i trattamenti fogliari, sia per praticità, che per effetti collaterali, presenti in quelli fogliari, del tutto assenti in quelli radicali (sembrava che le avesi bagnate con normalissima acqua, e per errore ho anche usato una dose di insetticida molto più elevata di quella raccomandata sulla confezione).
Giachi6
Utente
Utente
 
Messaggi: 37
Iscritto il: 11/03/2015, 0:20
Nome: Giacomo

Re: Cocciniglia

Messaggioda Prompt » 20/04/2015, 14:15

Io cito il calypso perché si trova un po da per tutto ma anche gli altri sistemici vanno sicuramente bene.
Ho avuto modo di testarlo anche sulle radici delle sarracenie durante i rinvasi, senza avere complicazioni.

L'unica nota negativa di questi prodotti sistemici è la tossicità per le api, molti studi rilevano che le api potrebbero essere sterminate, fortunatamente da quello che io ho visto le api non sono attirate dai fiori carnivori.

Prompt
"il mondo è pieno di meraviglie
siamo noi che non siamo più
capaci di meravigliarsi"
Avatar utente
Prompt
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1847
Iscritto il: 15/04/2010, 15:50
Località: Roma
Medals: 2
Contributo al WP (1) Webmaster (1)
Nome: Gianni

Re: Cocciniglia

Messaggioda stefanet » 20/04/2015, 14:17

Anche io ho letto questa cosa e sono rimasto un po perplesso... quello che dici mi rincuora e per fortuna l'uso che ne facciamo noi sulle nostre piante non dovrebbe essere così tanto dannoso... o almeno spero :?
stefanet
Utente
Utente
 
Messaggi: 173
Iscritto il: 04/12/2014, 17:10
Coltivatore: 16 ott 2014
Nome: Stefano

Re: Cocciniglia

Messaggioda Giachi6 » 26/04/2015, 23:27

Prompt ha scritto:Io cito il calypso perché si trova un po da per tutto ma anche gli altri sistemici vanno sicuramente bene.
Ho avuto modo di testarlo anche sulle radici delle sarracenie durante i rinvasi, senza avere complicazioni.

L'unica nota negativa di questi prodotti sistemici è la tossicità per le api, molti studi rilevano che le api potrebbero essere sterminate, fortunatamente da quello che io ho visto le api non sono attirate dai fiori carnivori.

Prompt


Si certo, però sarebbe meglio, almeno secondo me, suggerire un tipo di insetticida più che un prodotto specifico, perché ovviamente chi è alla prime armi non ha l'esperienza e la conoscenza necessarie per passare dal prodotto specifico alla categoria, mentre il contrario è molto più facile. Per esempio, qui da me trovare il calypso non è facilissimo, mentre si trovano altri sistemici, dunque se mi consigliassero quello e basta io dovrei sbattermi parecchio per trovarlo e passerei sicuramente oltre ad altri prodotti altrettanto validi e pure più economici.

Quanto alla tossicità per le api è vero, infatti per uso industriale i neonicotinoidi sono stati sospesi nel 2013. Ovviamente l'uso limitato e mirato che ne facciamo noi, sopratutto se si evitano trattamenti preventivi, è molto piccolo e dunque impatta pochissimo. Devo però precisare che il tuo consiglio di non spruzzarlo sui fiori è inutile, in quanto essendo sistemici si diffondo in tutta la pianta, ecco perché sono così efficaci e perché possono essere somministrati anche per via radicale.
In più le api non saranno attratte dai fiori carnivori (in realtà non è detto, certo, se ci sono altri fiori nella zona preferiscono quelli, ma in assenza una visitina ce la fanno) ma dalle loro trappole di sicuro, dunque l'effetto di un trattamento su una pianta carnivora è più o meno quello di un trattamento su una pianta fiorita, con la differenza che una parte delle api che si nutre su una carnivora non ci torna proprio all'alveare e dunque non può diffondere l'insetticida alle altre api, che è ciò che si pensa causi il colony collapse disorder.
Giachi6
Utente
Utente
 
Messaggi: 37
Iscritto il: 11/03/2015, 0:20
Nome: Giacomo

Re: Cocciniglia

Messaggioda duth » 13/09/2016, 23:24

Salve a tutt*,
Onde evitare di aprire un nuovo argomento mi aggancio a questo.
Ho visto in un garden il Pyrinex Pronto della Cifo e ho notato che ha lo stesso principio attivo del Reldan 22 (Clorpirifos).
Qualcuno lo ha già usato? La mia sarracenia è piena di cocciniglia soprattutto alla base degli ascidi.
Anche la drosera ne era piena (credo sia stata lei la cocciniglia in balcone un paio di mesi fa) ma ho risolto sommergendola per 48 ore e adesso è splendida. Potrei fare lo stesso con la sarracenia?
Grazie!!!
duth
Nuovo utente
Nuovo utente
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 13/09/2016, 21:27
Coltivatore: 0- 0-2014
Nome: Francesco

Re: Cocciniglia

Messaggioda egiziano » 14/09/2016, 19:05

in genere si fa con piante basse, per sommergere tutto, vaso e pianta, con le sarracenie, essendo alte è difficile, e le cocciniglie potrebbero salire in alto e salvarsi, meglio un trattamento chimico se sono molte, o manuale se sono poche.
Dovresti anche presentarti, nell'apposita sezione "Presentazione".
Egiziano.
Avatar utente
egiziano
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1880
Iscritto il: 15/04/2010, 14:57
Località: Urbino (PU)
Coltivatore: 0- 0-2000


Torna a Malattie ed altre insidie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti

cron