Benvenuto su Carnivorous Plants Italia. Se vuoi avere accesso completo, registrati cliccando qui.

Probabili peronospora, cercospora e colletotrichum

Probabili peronospora, cercospora e colletotrichum

Messaggioda Penthrite » 14/06/2013, 22:47

Buonaser(r)a a tutti.
Vorrei sottoporre alla vostra analisi alcune foto di foglie delle mie Nepenthes, di un ascidio di sarracenia e delle mie dionee.

Nel caso delle nepenthes, sospetto un attacco di peronospora: nelle immagini, dettagli di foglie con bordi ingialliti e/o mangiati dal secco, lo stesso vale per la parte centrale di alcune foglie.

Per quanto riguarda la sarracenia, sospetto attacco di cercospora, l'immagine riporta uno degli ascidi con ticchiolature.

Le dionee credo possano essere oggetto di attacco congiunto di cercospora e colletotrichum: nelle immagini, dionee "divise" da stuzzicadenti in quanto altrimenti si presenterebbero fortemente arricciate su loro stesse(ingrandendo le immagini si può comunque notare), dettaglio di dionea con ticchiolatura e dettaglio di bocca con marcescenza ora diffusa sull'intera metà della trappola, ma inizialmente la marcescenza era solo nella parte centrale(dove si vede l'incavo seccato).

Preciso che ho attribuito l'arricciamento alla cercospora e non agli afidi in quanto quest'ultimi, sulle piante, non sono assolutamente presenti.

Nepenthes:

http://imageshack.us/photo/my-images/845/uv01.jpg/
http://imageshack.us/photo/my-images/822/ekun.jpg/
http://imageshack.us/photo/my-images/402/wk4z.jpg/
http://imageshack.us/photo/my-images/19/p6g7.jpg/
http://imageshack.us/photo/my-images/577/yt.jpg/
http://imageshack.us/photo/my-images/42/9pvq.jpg/

Sarracenia:

http://imageshack.us/photo/my-images/43/rntz.jpg/

Dionee:

http://imageshack.us/photo/my-images/9/ihod.jpg/
http://imageshack.us/photo/my-images/845/tqij.jpg/
http://img11.imageshack.us/img11/4921/i2so.jpg
http://imageshack.us/photo/my-images/818/m3hc.jpg/
http://imageshack.us/photo/my-images/585/yzq1.jpg/
http://imageshack.us/photo/my-images/12/y637.jpg/

Credo proprio di necessitare di un consiglio da esperto. Grazie a tutti.
Penthrite
Utente
Utente
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 12/03/2013, 19:20
Località: Trieste, Venezia, Manciano(GR)
Titolo: Pollice Nero
Coltivatore: 22 nov 2012
Nome: Bryan

Condividi su:

Condividi su Facebook Facebook Condividi su Google+ Google+

Re: Probabili peronospora, cercospora e colletotrichum

Messaggioda David » 14/06/2013, 22:55

1) quanto sole prendono le neppe?
2) tutte le piante si bagnano quando piove o sono riparate?
3) la dionea sta seccando la trappola perché è piena :) ha fatto indigestione!

una botta generale con antifungino ad ampio spettro sicuro male non fa (magari falla di sera sennò bruci le piante)
"Avvicina la cucina e l' amore con sconsiderato abbandono" Dalai Lama

GROWLIST
Avatar utente
David
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 1874
Iscritto il: 22/04/2010, 20:59
Località: Roma
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Titolo: Nano da giardino
Coltivatore: 15 giu 2009
Nome: David

Re: Probabili peronospora, cercospora e colletotrichum

Messaggioda Penthrite » 14/06/2013, 23:07

1)Le neppe sono in serra orientata a N-NO, prendono il sole dalle 17 circa fino al tramonto. vengono nebulizzate nel primo pomeriggio. Ovviamente non prendono pioggia essendo sempre in serra(ho smesso di spostarle)

2)Le sarracenie e le dionee sono sempre state all'aperto, a Sud, hanno preso pioggia, ho una cava vicino a casa che fa un polverone disastroso.

3)l'idea della fine di ciclo vitale delle trappole mi aveva sfiorato....il dubbio mi è venuto perchè talvolta accade anche alle trappole più giovani e pure a quelle non in contatto con la torba. Inoltre c'è il problema dell'arricciamento.
Penthrite
Utente
Utente
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 12/03/2013, 19:20
Località: Trieste, Venezia, Manciano(GR)
Titolo: Pollice Nero
Coltivatore: 22 nov 2012
Nome: Bryan

Re: Probabili peronospora, cercospora e colletotrichum

Messaggioda Rob » 15/06/2013, 12:42

Sulle nepenti il seccume dei margini delle foglie è dovuta a carenza di azoto o ad eccesso di salinità del substrato(anche se dubito di questo).
-Ammaestratore di rospi-
Avatar utente
Rob
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 398
Iscritto il: 31/03/2011, 20:30
Località: Venezia
Medals: 1
Contributo al WP (1)
Titolo: AmmaestratoreDiRospi
Coltivatore: 30 set 2000
Nome: Roberto

Re: Probabili peronospora, cercospora e colletotrichum

Messaggioda Penthrite » 15/06/2013, 15:26

se si tratta di carenza d'azoto, allora pian piano con asso di fiori dovrei sistemare(purtroppo non hanno ascidi e stentano ad ascidiare, per il momento).

Eccessiva salinità non credo, anche perchè le ho rinvasate in torba+perlite+bark quando le ho prese, sicchè il substrato è praticamente nuovo di zecca, ha pochi mesi(4-5, non mi pare di più) e viene annaffiato pochissimo, visto che rimane umido a lungo, stando in serra e, come dicevo, venendo nebulizzato ogni giorno poco dopo pranzo(verso le 14-15)
Penthrite
Utente
Utente
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 12/03/2013, 19:20
Località: Trieste, Venezia, Manciano(GR)
Titolo: Pollice Nero
Coltivatore: 22 nov 2012
Nome: Bryan

Re: Probabili peronospora, cercospora e colletotrichum

Messaggioda Homunculus » 15/06/2013, 23:35

Ok, ho un po " studiato " il caso, per quanto riguarda la neppe se comunque non riesce a prendere nutrimento visto che ascidi non ne ha puoi darglielo tu vedere se riparte bene e continuare cosi ad intervalli regolari per un periodo.

La sarracenia esattamente ha la cercospora anche in uno degli stati avanzati se è possibile tagli con forbici sterilizzate quello che puoi tagliare e butta via il tutto senza avere contatto con le piante sane, dopodiché agisci con un fungicida sia sul fogliame che nel terreno per togliere tutte le eventuali tracce, a base di sali minerali di rame.

LE dionea anch'esse presentano i funghi descritti e il fatto che comunque non riescano a sorreggersi fa pensare, ma è del tutto normale visto che sono colpite quindi anche qui taglia quel che puoi e agisci con lo stesso fungicida, sia foglie che terreno però vorrei darti un consiglio di guardare anche un po il terreno, anche perchè c'è da capire la causa perchè esso accade,
1 insetti trasmettitori
2 molta umidità poca ventilazione temperatura costante calda 30° circa

quello che ti posso consigliare è anche al momento di non far ristagnare sempre la stessa acqua fare più lavaggi frequenti, fare un bagno di sole che spesso fa la sua parte, nebulizzarle più spesso pulirle magari con un cotonfioc provare comunque ad ostacolare la crescita e se ne hai tante di piante malate tipo le dionee proverei a vedere in un momento come sta l'apparato radicale.. Portaci notizie...
...Non dar retta ai tuoi occhi, e non credere a quello che vedi. Gli occhi vedono solo ciò che è limitato. Guarda con il tuo intelletto e scopri quello che conosci già, allora imparerai come si vola...


il gabbiano jonathan livingstone
Avatar utente
Homunculus
Utente
Utente
 
Messaggi: 110
Iscritto il: 19/05/2013, 17:29
Località: Roma
Coltivatore: 01 gen 2011
Nome: Nyr

Re: Probabili peronospora, cercospora e colletotrichum

Messaggioda Penthrite » 16/06/2013, 15:45

Innanzitutto ringrazio tutti per le risposte.
Ora un paio di considerazioni:

Neppe: non hanno ascidi quindi, come da wikiplants, ho comprato asso di fiori, ho effettuato un paio di nebulizzazioni fogliari.

Sarre: farò come consigliato. Domani vedo se trovo il Proclaim o antimicotico analogo.

Dionee: Sono nella classica serretta dell' OBI/Brico da un paio di giorni, serra a cui ho tolto il telo. prima erano a terra, senza coperture. Posizione Sud. Quindi un ambiente soleggiato e ventilato. La temperatura è quella ambientale, quindi variabile in base al meteo. L'acqua in cassetta è stata cambiata più o meno una volta per settimana. Le dionee finora non le ho nebulizzate, comincerò a farlo.
Anche per loro domani Proclaim o analogo, ammesso di trovarlo.

E intanto per sicurezza si sta preparando macerata di aglio, così nel dubbio tengo lontani altri fastidiosi inquilini.

È tutto? Ho saltato qualche operazione o qualche informazione? Che funzioni o no, grazie intanto per il vostro aiuto ;)
Penthrite
Utente
Utente
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 12/03/2013, 19:20
Località: Trieste, Venezia, Manciano(GR)
Titolo: Pollice Nero
Coltivatore: 22 nov 2012
Nome: Bryan

Re: Probabili peronospora, cercospora e colletotrichum

Messaggioda Homunculus » 16/06/2013, 17:34

Ok se è ventilato non ci dovrebbe essere molta umidità il che comporta a una condizione sfavorevole ai funghi, secondo me quindi queste malattie possono essere portare da qualche insetto, però io cambierei più frequentemente l'acqua non la lasciare ristagnare per troppo tempo anche perchè in natura penso ci sia un riciclo dell acqua o comunque vari fattori che la tengono " viva " un acqua a ristagno può essere soggetta ad alghe, insetti uova.. prova comunque con i prodotti etc, vediamo qualche miglioramento!
...Non dar retta ai tuoi occhi, e non credere a quello che vedi. Gli occhi vedono solo ciò che è limitato. Guarda con il tuo intelletto e scopri quello che conosci già, allora imparerai come si vola...


il gabbiano jonathan livingstone
Avatar utente
Homunculus
Utente
Utente
 
Messaggi: 110
Iscritto il: 19/05/2013, 17:29
Località: Roma
Coltivatore: 01 gen 2011
Nome: Nyr

Re: Probabili peronospora, cercospora e colletotrichum

Messaggioda Penthrite » 23/06/2013, 2:39

Aggiornamenti:

Neppe: sembra che stiano tutte bene. Ho comprato fungicidi,acaricidi, preparato macerata di aglio e di tabacco.
Ho dato una piccola potatina alle foglie messe male, una passatina con scottex bagnato alle foglie per togliere la polvere, nebulizzata di acaricida e fungicida, nebulizzate successive di macerata. Ho comprato pure il telo ombreggiante, così ora prendono solo il sole del pomeriggio e lo prendono pure filtrato.

Sarre: ho dato una pulita di secco, una bella nebulizzata come sopra, cambiato l'acqua e preso il tessuto-non tessuto per fare una sorta di schermatura dal sole nelle ore più calde, così stanno su ripiani arieggiati, ma al contempo riparati durante le ore di sole più cattivo.

Dionee: idem come sopra. Le piccoline che avevo separato e rinvasato si stanno riprendendo, fanno ancora le foglie un po' strane (è come se una piantina nuova stesse spuntando dal fianco, in orizzontale, quindi le foglie "in alto" crescono come se avessero questo nuovo centro di conseguenza crescono "al contrario rispetto alla pianta madre...forse c'è una divisione messa in posizione strana e di cui non mi sono accorto?), la Giant che sembrava essere parecchio afflitta ora che ho potato le foglie messe peggio e lasciato le due nuove + una vecchia messa decentemente, sembra che stia meglio e sia in ripresa.

Insomma, tutto lascia sperare nel meglio ^^
Penthrite
Utente
Utente
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 12/03/2013, 19:20
Località: Trieste, Venezia, Manciano(GR)
Titolo: Pollice Nero
Coltivatore: 22 nov 2012
Nome: Bryan

Re: Probabili peronospora, cercospora e colletotrichum

Messaggioda Homunculus » 23/06/2013, 13:13

certo, non ti preoccupare di deformazioni è solo stress, difatti ricordo la mia dionea che quando la travasai mi fece foglie che quando si chiudevano lasciavano sempre un foro per far scappare l insetto XD è solo stress! io però non avrei agito mettendo la macerata dopo il fungicida avrei aspettato qualche giorno per far fare prima a lui e poi alla macerata! quindi immagino che tu ora non veda più quelle macchiette? sono scomparse? ^_^
...Non dar retta ai tuoi occhi, e non credere a quello che vedi. Gli occhi vedono solo ciò che è limitato. Guarda con il tuo intelletto e scopri quello che conosci già, allora imparerai come si vola...


il gabbiano jonathan livingstone
Avatar utente
Homunculus
Utente
Utente
 
Messaggi: 110
Iscritto il: 19/05/2013, 17:29
Località: Roma
Coltivatore: 01 gen 2011
Nome: Nyr

Re: Probabili peronospora, cercospora e colletotrichum

Messaggioda Penthrite » 23/06/2013, 14:02

sulle nuove foglie/ascidi si, per ora non c'è traccia alcuna di cercospora(ho giusto lasciato un paio di "pezzi" vecchi, di quelli con una macchiolina o due, per non spogliare completamente) :)

Io la macerata l'ho messa subito il giorno dopo :/ speriamo non sia un problema.

Comunque dopo poco meno di una settimana dal trattamento già si vedevano i primi risultati, mi sembravano più vispe :)
Specie la dionea Giant, che da tre foglie un po' bruttine, di cui due piene di puntini, più due nuove foglie mai create e marcite subito in punta è passata a una sola foglia vecchia (giusto con un paio di punti, ma niente di che e comunque ha un aspetto decisamente migliore) e due belle foglie verdissime, sanissime, con due nuove bocche perfettamente sane.

Idem la sarra. bene ^^
Penthrite
Utente
Utente
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 12/03/2013, 19:20
Località: Trieste, Venezia, Manciano(GR)
Titolo: Pollice Nero
Coltivatore: 22 nov 2012
Nome: Bryan


Torna a Malattie ed altre insidie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti