Benvenuto su Carnivorous Plants Italia. Se vuoi avere accesso completo, registrati cliccando qui.

domanda sulla convivenza sfagno/cephalotus

domanda sulla convivenza sfagno/cephalotus

Messaggioda stefandionea88 » 21/11/2010, 0:28

Salve a tutti questo post lo apro perchè vorrei saperne di pi๠sull'uso dello sfagno sul substrato di un cephalotus, è necessario usarlo? quali sono i pro nel caso venga applicato ? quali sono i contro nel caso non venga applicato? ve lo chiedo perchè i miei 3 SANI cephalotus li tengo in vasi senza sfagno con la sola classica miscela torba/perlite, e noto che crescono bene e non mi stanno dando nessun tipo di problema "per ora...e si spera che non me deranno mai ovviamente", inoltre c'è da dire che chi me li ha venduti ovvero enry e fonta, en,ry dalle foto dei suoi esemplari adulti sembra non usarne propio, mentre fonta mi ricordo che fu molto chiaro e mi disse di non mettere sfagno perchè i suoi cephalotus li tiene tutti cosi, con la classica miscela torba/perlite, e che secondo lui lo sfagno è abbastanza inutile.
Quindi alla luce di quanto detto, voi cosa pensate? cosa mi sapete dire a riguardo?

un grazie in anticipo a chi risponderà  :)

vostro
Stefano.
Avatar utente
stefandionea88
Utente
Utente
 
Messaggi: 848
Iscritto il: 01/05/2010, 13:54
Località: SALERNO
Titolo: appassionato
Coltivatore: 16 mar 2010
Nome: stefano

Condividi su:

Condividi su Facebook Facebook Condividi su Google+ Google+

Re: domanda sulla convivenza sfagno/cephalotus

Messaggioda Er Biconzo » 21/11/2010, 0:49

lo sfagno vivo è molto utile per piccoli cephalotus, che trovano nello sfagno l'alloggio ideale.
Per piante adulte lo sfagno vegetante può, in caso di scarsa attenzione, favorire il ristagno di umidità  nell'intorno del rizoma e tra gli ascidi, favorendo la proliferazione di muffe quali oidio ecc.

Per cephalotus grandi quindi io consiglio sempre di usare vasi alti e di mettere, al momento dell'invaso, un leggero strato superficiale di sfagno vivo.
Quest'ultimo, complice la scarsa umidità  (con vaso alto e sottovaso basso l'acqua che arriva su è poca per lo sfagno), tenderà  a seccare.
In questo modo si creerà  un "crostone" secco ed isolante tra lo strato umido di torba e la pianta, scongiurando il rischio di muffe.

Ovvio che con una buona esperienza ed attenzione, coltivando in torba e perlite senza sfagno si ottengono i medesimi risultati :)
Avatar utente
Er Biconzo
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 7802
Iscritto il: 23/03/2010, 20:24
Località: Albano Laziale (ROMA)
Medals: 1
Amministratore (1)
Titolo: The Doctor
Coltivatore: 19 feb 2002
Nome: Gianluigi


Torna a Cephalotus

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron